RPO: la Radioprotezione Operativa in Italia

Vademecum esame EQ

Per avere le idee chiare sul processo necessario per diventare EQ, per prima cosa, occorre leggere bene l'Allegato V del D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.

Lo trovate qui pdf-icon.

Come seconda cosa, occorre rileggere bene bene l'Allegato V del D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii..

Non è mai abbastanza, e vi consigliamo di rileggerlo ancora. 

 

1. Chi può diventare EQ?

Ce lo dice l'Art 2.1.

Agli elenchi nominativi (...)possono essere iscritti, su domanda diretta al Ministero del Lavoro - Direzione Generale Rapporti di Lavoro- coloro che:

a) siano cittadini italiani o di Stati membri dell'Unione Europea, ovvero cittadini di altri Stati nei cui confronti vige un regime di reciprocità;

b) godano dei diritti politici e non risultino essere stati interdetti;

c) siano in possesso dei titoli previsti dal successivo punto 9, se aspiranti all'iscrizione nell’elenco degli esperti qualificati (...);

d) siano dichiarati abilitati dalle competenti Commissioni di cui ai punti 3 e 4 allo svolgimento dei compiti di sorveglianza fisica (...) della radioprotezione;

e) non siano stati cancellati dagli elenchi nominativi degli esperti qualificati (...) negli ultimi cinque anni ai sensi del punto 15 lettere a) e b).

Bene, quindi occorrono diritti civili e politici, titoli di studio, l'esito positivo dell'esame EQ e non essere stati interdetti.

2. Titoli di studio per l'ammissione

Per accedere all'esame di I grado è necessario possedere:

"laurea o diplomi universitari (laurea breve) in fisica, o in chimica, o in chimica industriale o in ingegneria e un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano sorgenti per le quali è richiesta l’abilitazione di I grado e sotto la guida del relativo esperto qualificato".

Per l'esame di II grado è necessario possedere:

" laurea o diplomi universitari (laurea breve) in fisica, o in chimica, o in chimica industriale o in ingegneria, il periodo di tirocinio di cui al punto a) ed un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano sorgenti per le quali è richiesta l’abilitazione di II grado e sotto la guida del relativo esperto qualificato".

Per l'esame di III grado è necessario possedere:

"laurea in fisica, o in chimica o in chimica industriale o in ingegneria, i periodi di tirocinio di cui ai punti a) e b) ed un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano acceleratori di elettroni di energia superiore a 10 MeV o acceleratori di particelle diverse dagli elettroni, o presso impianti di cui al Capo VII, sotto la guida del relativo esperto qualificato".

Quindi occorrono titolo accademici e un periodo di tirocinio che dura 120 giorni lavorativi (circa sei mesi!) per ciascuno dei gradi.

Riguardo al tirocinio esiste una pagina apposita, datele un'occhiata. 

 

3. Domanda di esame EQ

Si fa richiesta di esame scrivendo al Ministero del Lavoro, e pagando la tassa di esame. Qui un esempio pdf-icon

Art 7.1. "Con la domanda di ammissione all'esame di abilitazione per l'iscrizione negli elenchi degli esperti qualificati (...) il candidato deve dimostrare il possesso, anche nei modi e nelle forme stabilite dalla legge 4 gennaio 1968, n. 15, di tutti i requisiti previsti dal punto 2 lettere a), b) ed e) e dei titoli di studio indicati alla lettera c), nonché di aver provveduto al pagamento della tassa d’esame, valido per una sola sessione."

Quindi alla domanda occorre allegare:

  • certificazione o autocertificazione dei diritti civili e politici
  • titolo di studio
  • certificato di avvenuto tirocinio
  • ricevuta del'avvenuto pagamento della tassa d'esame (a fondo perso, anche se poi non si passa!)

 

4. Tassa esame EQ

Alla data di oggi, la quota d'esame è pari a 200.39 €, e deve essere versata "presso la Sezione di Tesoreria Provinciale dello Stato competente per territorio (provincia di residenza del candidato ), oppure tramite conto corrente intestato alla predetta Sezione con l’indicazione,nella causale del versamento, dell’imputazione al Capo XXVII Capitolo di entrata 3670".

Qualche informazione in pù la trovate anche sul Sito del Ministero, che ha una pagina dedicata agli EQ.

Esistono conti correnti appositi per il versamento, e li trovate qui pdf-icon.

 

5. Esame di abilitazione

L’esame di abilitazione ha luogo l'anno successivo a quello della domanda (in ordine di ricevimento delle domande).

Quindi se mandate domanda di iscrizione il 20 Dicembre 2013 (sì, è bene che sia una raccomandata con ricevuta di ritorno!), sarete chiamati nel 2014. (art. 7.2. "La frequenza delle sessioni di esame è annuale: ai predetti esami vengono ammessi i richiedenti che abbiano prodotto domanda entro il 31 dicembre del precedente anno solare").

La convocazione ha luogo almeno quindici giorni prima della data dell'esame (art. 7.3. "Gli esami di abilitazione si svolgono a Roma; la relativa data e sede sono comunicate agli interessati almeno quindici giorni prima dello svolgimento delle prove stesse") e chi non c'è non c'è, ha perso la sessione (art. 7.4. "La mancata presentazione, per qualunque motivo, all'esame di abilitazione è considerata come rinuncia").

L'esame è orale, normalmente, ma la  Commissione può richiedere l'effettuazione di prove pratiche o scritte (art. 7.6. "L'esame di cui al punto 7.5 può essere completato a giudizio della Commissione con l'effettuazione di prove pratiche e scritte").

L'esame non è affatto semplice. Non si tratta di un esame universitario e non si lascia molto spazio all'inventiva o alla creatività. In genere il silenzio del Candidato ad una domanda è il preludio alla chiusura dell'esame di abilitazione. Nel passato, era chiaro ai Candidati che la Commissione cercava di limitare il numero di abilitati per ogni sessione, mantenendo il livello tecnico-scientifico dell'esame assai elevato.

E' molto consigliato recarsi alla sede dell'esame e assistere ad alcune prove alcuni mesi prima della propria sessione. In quelle occasioni, prendete nota delle domande e comunicatele all'Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., poiché saranno pubblicate e potranno aiutare altri Candidati come voi. 

Non dimenticate di dare un'occhiata alle domande di esame che sono state raccolte negli anni!

 

6. Domanda di iscrizione all'elenco

Se l’esame di abilitazione si conclude positivamente, si è abilitati e si può presentare domanda di iscrizione all'"elenco nominativo degli Esperti Qualificati" del grado di abilitazione.

Se si è abilitati ad un grado superiore, la nuova iscrizione cancellerà automaticamente quella di grado inferiore (cioè se si passa l'esame per il III grado e prima si aveva il I grado di abilitazione, si sarà cancellati dall'elenco degli abilitati di I grado). 

Un facsimile della domanda, da produrre in carta bollata, può essere scaricato dal Sito del Ministero, a questo indirizzo, oppure qui pdf-icon.