L'esame per diventare EQ - prima pagina

ATTENZIONE: TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE ALL'ESAME PER EQ SONO DISPONIBILI SOLO AGLI UTENTI REGISTRATI E CONNESSI!

Registrarsi non costa nulla, e ti dà accesso alle informazioni che cerchi. 

Clicca su login per registrarti e connetterti al Sito.


Che cosa significa Esperto Qualificato?

L’Esperto Qualificato (da qui in avanti, EQ), e’ una persona abilitata dal Ministero del Lavoro, a seguito di un apposito esame di abilitazione (che corrisponde alla possibilità di iscrizione ad un elenco nominativo suddiviso in tre gradi progressivi [il terzo comprende anche il secondo, che comprende anche il primo]).

 

Esame di abilitazione

L’esame di abilitazione e’ una prova di valutazione orale (ma puo’ constare anche di una verifica scritta), effettuata da una Commissione apposita, a cui si sottopone il Candidato EQ per il conseguimento dell’abilitazione ministeriale.

 

Candidato EQ

Il Candidato EQ e’ una persona che si presenta all’esame di abilitazione allo scopo di ottenere l’iscrizione all’elenco nominativo degli EQ. A questo scopo deve presentare domanda di iscrizione all'esame (entro il 31/12 dell'anno precedente a quello in cui desidera sostenere la prova), deve possedere dei titoli e deve avere svolto un tirocinio specifico.

 

Elenco nominativo degli EQ

Esistono tre elenchi nominativi per gli EQ, e sono suddivisi in tre gradi, come indicato dall’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.

I tre elenchi corrispondono ai tre gradi di abilitazione (I, II e III): il grado superiore comprende l’inferiore (cioe’ un EQ di II grado puo’ svolgere anche funzioni di EQ di I grado; un EQ di III grado puo’ svolgere funzioni di EQ di II e di I grado).

L’iscrizione a un grado superiore comporta la cancellazione dal grado inferiore (punto 15.1.d dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.).

A ciascun EQ viene assegnato un numero di iscrizione univoco (la numerazione dei tre elenchi e’ indipendente).

L’iscrizione all’elenco, dopo avere sostenuto l’esame, non e’ automatica (punto 8 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.): occorre presentare domanda su carta legale, allegando, secondo quanto prescritto al punto 8.2 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii., certificati, attestato di pagamento della tassa, codice fiscale e marca da bollo.

 

Iscrizione all’esame di abilitazione

L’iscrizione all’esame di abilitazione (per un determinato grado) e’ consentita a coloro che ne fanno domanda, e che posseggono il titolo di studio ed il periodo di tirocinio indicati nell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii, punto 9.1, che qui e’ interamente riportato:

9.1. Per l'accesso ai vari gradi di abilitazione previsti dall'articolo 78 sono richiesti:

a) per l'abilitazione di primo grado:

- laurea o diplomi universitari (laurea breve) in fisica, o in chimica, o in chimica industriale o in ingegneria e un periodo di tirocinio di almeno 120.giorni lavorativi presso strutture che utilizzano sorgenti per le quali è richiesta l’abilitazione di I grado e sotto la guida del relativo esperto qualificato.

b) per l’abilitazione di II grado:

- laurea o diplomi universitari (laurea breve) in fisica, o in chimica, o in chimica industriale o in ingegneria, il periodo di tirocinio di cui al punto a) ed un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano sorgenti per le quali è richiesta l’abilitazione di II grado e sotto la guida del relativo esperto qualificato.

c) per l’abilitazione di III grado:

- laurea in fisica, o in chimica o in chimica industriale o in ingegneria, i periodi di tirocinio di cui ai punti a) e b) ed un periodo di tirocinio di almeno 120 giorni lavorativi presso strutture che utilizzano acceleratori di elettroni di energia superiore a 10 MeV o acceleratori di particelle diverse dagli elettroni, o presso impianti di cui al Capo VII, sotto la guida del relativo esperto qualificato.

La domanda di iscrizione all’esame (punto 7) va presentata alla Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: facsimile della domanda di ammissione e’ riportato nella Sezione Documenti (oppure cliccando QUI).

Alla domanda vanno allegati:

  • Attestato o certificato (anche autocertificazione) che attesti che il richiedente e’ “cittadino italiano o di Stati membri dell'Unione Europea, ovvero cittadino di altri Stati nei cui confronti vige un regime di reciprocità” (punto 2.1.a dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

  • Attestato o certificato (anche autocertificazione) che attesti che il richiedente “gode dei diritti politici e non risulti essere stato interdetto” (punto 2.1.b dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

  • Attestato o certificato (anche autocertificazione) che attesti che il richiedente “non sia stato cancellato dagli elenchi nominativi degli esperti qualificati e dei medici autorizzati negli ultimi cinque anni” (punto 2.1.e dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

  • Titoli di studio (anche autocertificazione) richiesti per l’ammissione all’esame (punto 9.1 dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

  • Attestato di tirocinio, 120 giorni lavorativi per ogni grado, (punto 9.3 dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

  • Ricevuta del versamento di 200,39 € (punto 7.1 dell’All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.)

 

Sessioni d’esame

Agli esami sono ammessi coloro che hanno presentato domanda nell’anno solare precedente (cioe’ alla scadenza del 31 dicembre dell’anno precedente), punto 7.2 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii..

Le sessioni d’esame si svolgono normalmente con cadenza settimanale, e sono pubblici (e’ fortemente consigliato partecipare ad almeno una sessione di esame!).

I Candidati sono convocati dalla Segreteria con un anticipo almeno pari a 15 giorni dalla data di esame (punto 7.3 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii.).

La sede degli esami e’ a Roma, attualmente in via Fornovo (punto 7.3 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii).

La mancata presentazione equivale a rinuncia (punto 7.4 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii)

 

Tirocinio

Il tirocinio e’ un periodo di istruzione necessaria per presentare domanda di ammissione all’esame di abilitazione.

L’inizio del tirocinio deve essere comunicato alla Direzione Provinciale del Lavoro, preferibilmente con raccomandata e ricevuta di ritorno (che poi e’ bene allegare alla domanda di iscrizione all’esame), punto 9.2 dell’ All. V al D. Lgs. 230/95 e ss.mm.ii..

La comunicazione di inizio tirocinio deve essere firmata dall’Esercente delle sorgenti di radiazioni, e deve essere indicato l’EQ che e’ responsabile dell’effettuazione del tirocinio al Candidato.