Cos’è un Accordo Multilaterale nel trasporto del Materiale Radioattivo?

Il regolamento ADR disciplina il trasporto nazionale e internazionale delle Merci Pericolose e tra queste, il Materiale Radioattivo.

Al capitolo 1.5 dell’ ADR si prevedono le “Deroghe Temporanee” a quanto solitamente disposto:

1.5.1 Deroghe temporanee
1.5.1.1 Conformemente all’articolo 4, paragrafo 3 dell’ADR, le autorità competenti delle Parti contraenti possono convenire direttamente tra loro di autorizzare alcuni trasporti sul loro territorio in deroga temporanea alle disposizioni dell’ADR, a condizione tuttavia che la sicurezza non sia compromessa.
Queste deroghe temporanee devono essere comunicate dall’autorità che ha preso l’iniziativa al Segretariato della Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite, che le porterà a conoscenza delle Parti contraenti.
La durata della deroga temporanea non deve superare cinque anni dalla data della sua entrata in vigore.
La deroga temporanea termina automaticamente al momento dell’entrata in vigore di una pertinente modifica all’ADR.

Queste deroghe accordate tra i vari stati vengono definite “Accordi Multilaterali”.
L’ADR individua particolari procedure per autorizzare le deroghe alle prescrizioni “armonizzate”.
Le deroghe richieste non sono sempre ammissibili; se lo sono, vengono incluse in Accordi Multilaterali.

La lista degli Accordi Multilaterali attualmente in vigore è disponibile sul sito delle Nazioni Unite: la lista riporta per ogni singolo accordo, l’argomento d’interesse, l’elenco dei Paesi che lo hanno sottoscritto, la data di scadenza e il testo dell’accordo.

Tra questi Accordi Multilaterali, alcuni sono stati sottoscritti dall’Italia e sono quindi validi anche per i trasporti sul territorio nazionale italiano.

Le procedure da seguire per la comunicazione degli accordi multilaterali conclusi in conformità alla sezione 1.5.1 del regolamento ADR, sono:

1 ) i paesi che avviano la richiesta di deroga contattano il segretariato UNECE e lo informa della loro intenzione di avviare un accordo multilaterale, il cui progetto viene trasmesso via fax e via e-mail .

2 ) La segreteria registra il titolo del progetto di accordo multilaterale e assegna un numero di serie che comunica immediatamente al paese che ha avviato la pratica.

3) Il paese richiedente inserisce il numero di serie assegnato nel titolo del progetto di accordo ( ad esempio "multilaterale M252 accordo") e poi lo propone alle altre parti contraenti ADR (a oggi, 48 paesi).

4 ) Non appena il paese che ha avviato la pratica ha raggiunto un accordo con le parti interessate sulla versione finale delle clausole dell'accordo multilaterale, trasmette la sua copia firmata al segretariato UNECE  in formato cartaceo ed elettronico e trasmette le copie non firmate alle altre parti contraenti ADR .

5 ) Ogni paese firmatario restituisce la sua copia firmata al paese che ha iniziato la pratica e trasmette una copia firmata alla segreteria  UNECE.

6 ) Non appena la segreteria UNECE  riceve la copia firmata da un secondo paese firmatario, l'accordo è iscritto in un database che può essere consultato all’indirizzo “http://www.unece.org/trans/danger/multi/multi.html”.

7 ) è possibile ed è previsto che un paese inizialmente firmatario dell’accordo, ci ripensi e disponga la revoca della propria adesione: in questo caso, la parte contraente che procede alla revoca di un accordo ne informa immediatamente la segreteria UNECE .

8) La clausola finale di un accordo multilaterale dovrebbe essere formulato come segue:
"Questo accordo è valido fino al ( ... ) *, per il trasporto nei territori delle Parti contraenti ADR firmatari del presente accordo . Se è revocata prima della data di scadenza da uno dei firmatari, questa rimane comunque valida fino alla data di cui sopra solo per il trasporto nei territori delle Parti contraenti ADR firmatario del presente accordo che non hanno disposto la revoca. (data ... ) **.  L'autorità competente per l’ADR di ...... (Firma ) " .

9) Qualora un paese firmatario, firma “con riserva” un accordo multilaterale, per ciò che riguarda la sua applicazione , questa riserva deve essere espressamente menzionata nella copia che trasmette al segretariato UNECE.

*) la data di scadenza dell'accordo multilaterale indicata dal paese che ha avviato la pratica, nella versione finale viene trasmessa al segretariato e alle altre parti contraenti in conformità al paragrafo (4 ) di cui sopra. La data di scadenza deve corrispondere a un periodo massimo di validità di cinque anni a decorrere dalla data della firma da parte del paese che ha avviato la pratica

**) data di apposizione della firma da parte del paese interessato .

Alla fine potremo vedere sul sito internet della UNECE uno schema simile a questo:
------------------------------------------------------------------------------------------------------
M213 Transport of UN 1057 LIGHTERS and UN 1057 LIGHTER REFILLS

COUNTRY            SIGNED            REVOKED
Austria                2/12/2009
Luxembourg        11/12/2009
France                19/03/2010        11/10/2011
Czech Republic    22/06/2010
Germany             17/12/2010       23/11/2011
Ireland                10/03/2011

Date of Expiry:   31 December 2014
View M213 in  English
------------------------------------------------------------------------------------------------

Franco CIOCE, lunedì 23 dicembre 2013