2050 Disastro Nucleare a Milano

2050 disastro nucleare a Milano

Venerdì 12 ottobre 2012, a cura di Franco CIOCE:

In questo libro, di “nucleare” c’è solo l’aggettivo presente nel titolo ma avrebbe potuto essere “disastro chimico a Milano” o “disastro biologico a Milano”…

In qualsiasi caso è una accusa a 360° alla tecnologia dei nostri giorni.

Come è scritto nell’ultima di copertina, lo scopo del volume (definito dall’autore come “romanzo) è di dare una “…profonda esortazione spirituale a riscoprire le proprie radici popolari, senza lasciarsi tentare dalle mode del consumistico progresso tecnologico…”.

È una chiara dimostrazione che il termine “nucleare” è sufficientemente adattabile al concetto di disastro, di morte, di annullamento vitale; basta metterlo dentro e dare un maggior senso di insicurezza.

e come è facile associare il nucleare agli OGM, al cibo, alle malattie alle recondite paure di ciò che non si conosce…

Ricordiamo un bellissimo passo di una poesia di Pablo Neruda:


Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

Peccato: non aiuta nessuno a capire e a pensare.

Crea solo più paura in chi ce l’ha già.

Franco CIOCE 

 

Cristiano Torricella dice:questo non è soltanto un romanzo fortemente antinucleare, ma è anche, decisamente, contro l'uso, in agricoltura, nel 2050, degli OGM (organismi geneticamente modificati), uniti all'uso autorizzato delle acque reflue radioattive: si , avete letto bene, e non sveliamo altro.....


 

Comprando questo libro su Amazon aiutere il nostro Sito a mantenersi: 2050. Disastro nucleare a Milano